Punta Basei 3338 m


 

 

 i laghi del Nivolet - Gran Paradiso e Grivola

 

Partenza: Rifugio Benevolo (2287 m)

Arrivo: Punta Basei (3338 m)

Dislivello: 1051 m

Ore: 3.30 / 4:15

Segnavia: 13B

 

La salita al Colle della Nivoletta (Col Nivolettaz) è una fra le più panoramiche escursioni nell'alta Valle di Rhemes. L'avvicinamento al colle offre all'escursionista una magnifica vista sulla parete calcarea della Granta Parei e sui ghiacciai della testata dell'alta Valle di Rhêmes, mentre raggiunto il colle il panorama si arricchisce con ghiacciaio Basei, punta Basei,  laghi del Nivolet e la catena del Gran Paradiso.

Dal Rifugio Benevolo (2285 m,) seguire il sentiero, segnavia 13B, che in direzione est scende verso la camionabile per poi risalire il versante erboso fino ad arrivare all'alpeggio Basei (2309 m).

Oltrepassato l'alpeggio si incontra una prima biforcazione. Mantenendosi lungo il sentiero a quota inferiore si prosegue in direzione Sud - SudEst lungo il corso della dora di Rhemes a ridosso degli "orridi" calcarei che la costeggiano. Alla nostra destra, in direzione SudOvest, Granta Parey, Tzanteleynaz e Punta Calabre ci accompagnano con la loro silenziosa e maestosa presenza.

finestrella sulla Tsanteleynaz

la vetta della punta Basei

Il sentiero sale dolcemente  lungo la spalla erbosa in direzione dei ghiacciai di Lavassey e di Fond  fino a guadagnare improvvisamente quota nei pressi di due piccoli torrenti. Risalendo il pendio si abbandona il versante prativo/erboso per raggiungerne uno a carattere principalmente morenico. Il sentiero, ottimamente indicato da segnavia gialli e da ometti in pietra, guadagna costantemente quota attraverso i facili pendii detritici. Con magnifica vista sul ghiacciaio di Lavassey e sulla testata dell'alta val di Rhemes, si giunge infine allo spartiacque del Colle di Nivoletta (2.45/3.00h dal rifugio Benevolo) non prima di aver ammirato il piccolo laghetto di Lavassey (2709 m) situato alla fronte dell'omonimo ghiacciaio ed alimentato direttamente dallo stesso che termina dentro il lago.

Dal Colle di Nivoletta, spartiacque fra il vallone del Nivolet e la Val di Rhemes, si prosegue lungo l'ampia cresta in direzione Sud verso l'ormai visibile piramide sommitale della Punta Basei. Si raggiunge dapprima il col Basei (3176 m), riconoscibile da un enorme ometto in pietra. In breve, superato un tratto detritico sul versante della val di Rhemes alla caratteristica finestrella prima dell'ultima asperità caratterizzata da pochi metri di arrampicata aiutati da corde fisse. Si giunge così, 45 minuti dopo aver lasciato il colle di Nivoletta, alla vetta della punta Basei.

Dalla vetta il panorama a 360 gradi è davvero suggestivo. Da Sud  verso SudOvest, incontriamo punta Galisia, Punta Calabre, Tsanteleynaz, Granta Parey e Grande Traversiere. Ad Est, la Grivola e le vette del gruppo del Gran Paradiso fanno da splendida corona ai sottostanti laghi del Nivolet e di Ceresole Reale. In giornate limpide anche l'imponente Monte Bianco fa capolino in lontananza fra le vette della Vallee.

il laghetto ai piedi del ghiacciaio di Lavassey

 

clicca per vedere altre immagini

 

 scattate durante l'escursione